Il territorio nel quale si realizza il fico rosa di Pisticci è culla di grande cultura e si identifica con lo splendido scrigno della civiltà Magno-Grecia. La terra e i suoi frutti diventano simbolo di sacralità, arte e tenace laboriosità. Nella mitologia delle terre di Heraclea, il culto di Demetra ricorda che il premio della Dea per l’amicizia fedele, fu una pianta di fico, simbolo di prosperità e di fortuna.
In Basilicata l’amore verso questa pianta ha portato a ricercare le vecchie “cultivar” tradizionali del Sud Italia che rischiavano l’estinzione. La varietà “Fico rosa di Pisticci”, è il risultato di un’attenta selezione di ecotipi dell’entroterra lucano. Si utilizzano fichi del mese di Settembre, caratterizzata da polpa rossa, a grana fine. Il Fico Rosa ha la forma a piccola pera allungata. Il peso oscilla dai 30 ai 50 grammi. La buccia è rosa. La polpa a grana fine, di colore cardinale, è dolce, raggiungendo a maturazione, tra i 20 e i 21 gradi Brix di tenore zuccherino, con un leggero retrogusto acidulo, che rende il sapore di questo fico molto intrigante.
Città del gelato utilizzando questa antica cultivar ha realizzato una pasta naturale adatta all’utilizzo in gelateria dalla proprietà organolettiche uniche.

Zona di provenienza: Pisticci e Policoro, Matera, Basilicata

150-200 g/lt miscela

 

2 x 3,5